TocToc Blog

Articoli e consigli per migliorare il Customer Service e offrire efficace Assistenza online in Video Live Chat su siti web ed ecommerce

06/02/2019
Prodotto

Come trasformare i visitatori in clienti: il funnel TocToc

Ottimizza il tuo processo di contatto con i clienti e aumenta le conversioni trasformando i visitatori del tuo sito in clienti

 

convertire-visitatori-in-clienti-toctoc

 

Lo scopo di ogni sito web è quello di dare visibilità al proprio brand per conquistare i clienti. E fino a qui siamo tutti d’accordo.

Eppure esistono ancora molti siti che non rispettano i principi base di navigabilità che servono proprio a garantire una buona fruizione delle informazioni e giorno dopo giorno continuano a perdere nuove possibilità di contatto. 

Un sito web senza un'ottimale User Experience è come una barca senza remi, sta a galla ma non si sposta. 

 

I principi base per coinvolgere i visitatori del proprio sito devono garantire che esso sia:

  • intuitivo

  • pratico

  • usabile

  • attraente

  • ingaggiante


 

Il sito deve essere facilmente consultabile in tutte le sue parti e soprattutto deve poter offrire contenuti interessanti e risposte veloci alle esigenze degli utenti.

 

Una persona che su un motore di ricerca digita “accessori da bagno in legno a torino” deve riuscire ad arrivare facilmente sul mio sito se la mia attività si occupa proprio di quel settore.

 

Una volta che arriva sul sito deve poter subito leggere informazioni inerenti il prodotto ricercato, quindi trovarsi nella pagina specifica con descrizione, foto e/o prezzi del pezzo da bagno con un invito all’acquisto, se previsto sul sito, o possibilmente con le informazioni di contatto aziendali cui potersi rivolgere.

 

Tramite questo percorso ti saresti assicurato l’interesse dell’utente che ora si trova sul tuo sito. Eppure a volte questo non basta per tenerlo agganciato per più di 3 secondi.



Poco dopo potrebbe non trovare altre risposte alle sue domande, perdersi tra strutture poco chiare e abbandonare il sito.

 

Per mantenere il visitatore sul tuo sito e aumentare il suo coinvolgimento puoi mostrargli la possibilità di trovare risposte utili in qualsiasi momento.

 

In che modo? Inserendo nel sito una chat con operatore o un chatbot in grado di fornire aiuto e assistenza 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

 

Riusciresti a coltivare la fiducia nei confronti del tuo brand. Infatti l’utente potrebbe sviluppare l’idea di chiedere in chat una domanda particolare, la cui risposta probabilmente non troverebbe anche nella pagina scritta mesi prima e di cui anche tu non ricordi bene tutti i contenuti.

 

In questo caso un contatto diretto si rivelerebbe determinante per agganciare al 100% il suo interesse e per fargli trovare subito quello che cerca.

 

Gli basterebbe solo cliccare sull’icona della chat per iniziare subito l’interazione efficace.


Se invece avrai impostato per la tua chat la modalità di contatto automatica, quella che fa aprire la chat in automatico sullo schermo dell’utente dopo n. secondi che visita il sito, dovresti solo aspettare che risponda al messaggio di benvenuto che visualizzerà sul suo schermo.

 

Se lo farà anche questa chat si trasformerà in una vera interazione tra potenziale cliente e azienda, se invece non risponderà all’invito la chat rimarrà una possibilità di contatto che l’utente non avrà voluto sfruttare, ma che auspicabilmente gli farà ricordare che potrebbe trovare un utile contatto online con la tua azienda.

Queste fasi di avvicinamento tra visitatore e azienda che ha adottato sul proprio sito uno strumento di contatto TocToc, sia esso chat sia esso un chatbot, sono riportate ogni giorno nel funnel statistico TocToc.

 

Vediamo insieme in dettaglio la 4 fasi del funnel di conversione TocToc capace di trasformare i visitatori in clienti
 

convertire-visitatori-in-clienti-funnel-toctoc
 

1. Attrarre

 

Come abbiamo detto poco fa la fase iniziale dipende dalle caratteristiche del tuo sito e dalle strategie di visibilità che hai messo in moto per fare arrivare utenti sulle tue pagine (SEO, contenuti di qualità, usabilità, ecc.).

Tutti gli utenti che visitano il tuo sito per la prima volta nell’arco di tempo selezionato saranno conteggiati tra i Visits.

 


2. Interessare

 

Dopo aver fatto arrivare l’utente sul sito la fase successiva riguarda la capacità di agganciare il suo interesse e dirigere la sua attenzione verso il canale di contatto sempre presente e visibile sul sito, la chat umana o robotizzata.

Se durante la sua visita gli operatori saranno disponibili in chat o nello stato di occupato, la sua presenza sarà conteggiata tra i Possible, in quanto risulterebbe come un utente che potrebbe avviare una chat.


 

3. Coinvolgere
 

Catturata l’attenzione della persona lo step seguente riguarda il momento in cui si realizza il reale coinvolgimento in chat.

Se hai impostato la modalità di contatto attiva in chat (Hunting automatico), che fa aprire in automatico le chat sullo schermo dei visitatori indipendentemente dalla loro volontà, vedrai un numero abbastanza elevato di Connected che tuttavia potrebbero chiudere immediatamente la chat se non fossero interessati a conversare. In questo caso sarebbero utenti che hanno sprecato la loro possibilità di mettersi in contatto con la tua azienda.


 

4. Conquistare
 

Quelli che invece desiderano chattare per trovare risposte e informazioni utili rispondono volentieri al primo messaggio che leggono in chat ed iniziano la vera e propria interazione.  

Risultano così conteggiati tra gli Interactive, rientrando nell’ultima fase del funnel di conversione. È qui che prende avvio un percorso di reciproca conoscenza, in cui tu, o il tuo chatbot, puoi raccogliere dati di contatto, risolvere questioni o aiutare l’utente a trovare soluzioni.

Nasce a volte un vero e proprio rapporto di fiducia che spinge l’utente a cercarti in chat sul sito ogni qual volta abbia una richiesta inerente i tuoi servizi.

 

Il visitatore soddisfatto del servizio ricevuto diventerà inoltre il tuo miglior ambasciatore, in grado di diffondere tra amici e conoscenti l’esperienza positiva avuta con il tuo brand e farà arrivare altri nuovi potenziali consumatori.


 

In conclusione, utilizzare una live chat o chatbot sul proprio sito aiuta a convertire i visitatori in clienti e a fidelizzarli al brand. Sei d’accordo anche tu? Che strategie di coinvolgimento impieghi sul tuo sito?

 



funnel chat
ingaggio attivo
customer care
inbound marketing


Rimani aggiornato sui nostri progetti e sugli sviluppi di TocToc