TocToc Blog

Articoli e consigli per migliorare il Customer Service e offrire efficace Assistenza online in Video Live Chat su siti web ed ecommerce

10/12/2018
Tech News

Digital Marketing trend 2019: quello che devi sapere

Quali sono i trend di digital marketing che nel 2019 avranno maggiore impatto sulle strategie di comunicazione verso i clienti

digital-marketing-trend-2019-customer-experience

 

Il 2018 sta per finire e tutto quello che abbiamo sentito e visto quest’anno ci servirà da bagaglio per l’anno nuovo. Nel mondo del marketing molte tendenze si sono già delineate, altre si sono confermate e di nuove ne usciranno per rendere sempre più frizzante e mutevole questo settore in continuo fermento.

 

E per fortuna che lo sia, perchè è proprio il cambiamento, le ultime tendenze, i nuovi canali di comunicazione e le cangianti abitudini di consumo degli utenti digitali che ci portano continuamente a ripensare i piani di comunicazione e a stravolgere le nostre strategie.

 

Il digital marketing del 2019 si rivolgerà sempre più a persone tech addicted, quelle che passano più ore di fronte un monitor piuttosto che di fronte la tv, quelle che comunicano con amici e parenti su Whatsapp invece che di persona, quelle che prima di effettuare un acquisto o scegliere un ristorante si informano online e leggono recensioni.

Internet ha creato un mondo parallelo al nostro e quando si sente parlare di Realtà Virtuale sappiamo che in fondo, anche senza occhiali virtuali o Google Lens, la stiamo già vivendo.

C’è chi arriva persino a vivere una doppia vita, dove ha un volto e un nome nella realtà e tutto un altro carattere e aspetto online.
 

Il World Wide Web ha messo in comunicazione tutto il mondo, ha permesso a milioni di persone di incontrarsi ed ha aperto mercati immensi capaci di raggiungere anche le località più remote.

 

Il più famoso motore di ricerca è diventato l’amico prezioso della porta accanto, l’oracolo che sa tutto di tutti, tanto che ormai è diventata abitudine dire “googlalo”, per intendere “cercalo su Google”, oppure “l’ho trovato su google” e “Google dice…” quando si parla di nuovi argomenti.


Non ci sarà da stupirsi se tra una decina di anni, o poco più, qualcuno chiamerà il proprio figlio “Google”, anzi in Svezia è già consentito.

 

Le persone sono cambiate, non comprano più prodotti per necessità, non più prodotti materiali, ma quello che vi è dietro il brand che scelgono. Comprano un senso di appartenenza cercando di andare a soddisfare il bisogno di sentirsi parte di una comunità che si riconosce.

 

Ecco allora che nascono i sostenitori della Apple contro i tradizionalisti legati al PC Windows, gli agguerriti canonisti contro i nikonisti o gli amanti di Starbucks che hanno visto realizzarsi i propri desideri quando la famosa caffetteria americana ha aperto i battenti anche in Italia, a Milano.

 

In questo contesto è sempre più doveroso essere aggiornati sulle novità, sulle nuove tecnologie e sulle strategie vincenti del marketing online. Per questa ragione abbiamo pensato potesse esserti utile una breve carrellata sui prossimi digital marketing trend del 2019, almeno quelli che per il momento abbiamo raccolto noi.
 


 

1. MOBILE FIRST
 

Sappiamo bene ormai come l’imperativo del Mobile stia condizionando il marketing online. Immagini e video vengono sempre più creati in verticale, anche gli spot su Instagram hanno formato verticale perchè visualizzati soprattutto da smartphone.

 

Siti web moderni, grafiche pubblicitarie e immagini caricate sui social devono essere pensate per una visione verticale. Non tenere conto della responsività dei contenuti (capacità di adattarsi a molteplici device) significa perdere una fetta di potenziale audience.  


 

2. VELOCITÀ E SEMPLIFICAZIONE

Anche questo trend è ormai un punto saldo per gli addetti ai lavori, ma risulta ancora difficile da far comprendere a molti che invece vorrebbero siti web pieni zeppi di frasi immagini e banner come fossero dei bazar.

Ogni sito web, ogni piattaforma, ogni contenuto o servizio online deve essere progettato a braccetto con gli UX designer per divenire a misura di utente. La User Experience deve essere veloce, semplice e intuitiva fin dalla prima esperienza, per evitare che un utente non capisca cosa debba fare o dove leggere.


 

3. VOICE SEARCH
 

Il ricorso alle ricerche vocali su Google o tramite voice assistant è in costante crescita. Secondo Gartner nel 2020 il 30% della navigazione Internet dovrebbe avvenire senza uno schermo, e quindi tramite sola voce.

 

Quante volte ti è capitato di realizzare una ricerca vocale perchè non avevi tempo per aprire il browser del cellulare e per digitare la domanda da porre?

Questo dovrebbe far riflettere i SEO a pensare testi basati su query vocali e gli sviluppatori a progettare siti con strutture e colori che racchiudano già visivamente i contenuti del sito. E proprio il potere delle immagini ci conduce al prossimo trend.


 

4. VISUAL SEARCH

visual-search-ecommerce

 

“Il formato video è in grado di arrivare ai consumatori con una potenza evocativa e una capacità di coinvolgimento emotivo senza precedenti” sostiene Carlo Noseda, Presidente IAB Italia.

Guardare le immagini di un testo per capirne a prima vista il contenuto è quello che molti di noi fanno quando hanno poco tempo a disposizione. Proprio come i bambini che sfogliano un libro per vederne solo le immagini, anche noi oggi siamo più rapiti da un messaggio visivo che da uno testuale. Lo scroll nelle bacheche dei Social Network si basa proprio su questo meccanismo.

Questo non significa che dobbiamo riempire di immagini i nostri siti o blog, ma che bisogna scegliere con cura le foto e soprattutto il layout che scegliamo per le nostre pagine. L’impostazione grafica, il font, le dimensioni dei testi fanno tutte parte di una cultura visiva della comunicazione che deve saper trasmettere un contenuto.

In un sito di un poliambulatorio specialistico troverò colori, font e grafiche diverse da un sito di uno studio fotografico o di un negozio di giocattoli. Questo perché dietro la costruzione di un sito o contenuto web ben fatto ci sono studi di psicologia del colore e di web design.

Ricerche del Massachusetts Institute of Technology affermano che “The human brain can
identify images seen for as little as 13 milliseconds”.

In questo scenario torna Google a fare da apripista con l’applicazione che nel 2019 dovrebbe avere la sua versione definitiva: Google Visual Search. La funzione di ricerca che ti dà la possibilità di caricare un’immagine appena fotografata per saperne caratteristiche, origine e trovare risultati correlati.

La ricerca tramite immagini è oggi già molto impiegata nel settore e-commerce e nel campo della moda e del fashion. Ad esempio l’app H&M ha inserito la funzione “visual search” per scoprire nuovi outfit e capi di abbigliamento che potrebbero interessare l’utente, facendogli caricare una foto fatta in negozio o a casa.

Parlando di moda e abbigliamento ci avviciniamo ad un altro trend. Questo settore è stato uno dei primi ad introdurre nelle proprie pagine Facebook dei Personal Stylist virtuali.



5. CHATBOT

I chatbot sono assistenti virtuali in grado di consigliare e guidare l’utente nelle scelte di acquisto o nella ricerca di informazioni basandosi su domande e risposte svolte in tempo reale.

Le persone oggi vogliono tutto a portata di click, informazioni, prezzi, indicazioni stradali, previsioni meteo e prenotazioni per viaggi o al ristorante. Quando non trovano subito quello che cercano passano avanti al prossimo brand fino a quando non soddisfano la loro sete di risposte veloci.

 

Avere in tempo reale un addetto al customer care capace di gestire le molteplici domande che gli utenti possono digitare su un sito è oggi possibile grazie ai chatbot. Assistenti virtuali in grado di dare risposte immediate 24 ore su 24, 7 giorni su 7 a chi pone domande standardizzate e secondo specifici percorsi cognitivi.

 

Solo quando il chatbot non riesce a trovare una risposta appropriata invia la conversazione ad un operatore umano, permettendo all’azienda di dare un’eccellente assistenza ai clienti.


 

6. VIDEO PUBBLICITARI
 

/video-pubblicitari-Youtube
 

L’advertising video è in continua crescita così come la visione media dei video da parte degli italiani. Secondo gli Online Video Forecasts di Zenith, report annuale dedicato all’online video advertising, nel 2018 gli utenti italiani guardano video online per una media di 192 minuti al mese, 19 minuti in più rispetto al 2017. Nel 2020 il tempo speso ogni mese sarà pari a 226 minuti. Crescita trainata dalla preferenza di utilizzo del Mobile, dove si concentra la maggioranza del consumo di video online.

 

Anche su Instagram i video stanno riscontrando notevole successo, tanto che le impressioni ottenute dagli annunci pubblicitari derivano per il 65% da contenuti video.

 

KissMetrics ha rilevato che il 60% dei consumatori preferisce guardare un video che presenta un prodotto anziché leggere la descrizione testuale della scheda informativa.

Una


 

7. LIVE STREAMING


I video in diretta sono notevolmente apprezzati dalle nuove generazioni digital ed in particolare dal popolo dei Social Network. Se la tua azienda ha un account Facebook o Instagram ed operi con prodotti e servizi che ben si prestano all’essere mostrati, non puoi rinunciare ad avere un’interazione live con i tuoi utenti.
 

I live streaming sono ideali per presentare nuovi prodotti, indossandoli o maneggiandoli proprio come faresti di fronte a un cliente. Puoi anche riprendere in diretta live eventi che hai organizzato nel tuo store, un raduno di clienti o un party per una festività, oppure mostrare il tuo staff al lavoro in ufficio.

 

Tutte immagini, anzi video, realistici che aiutano ad avvicinare il potenziale cliente incerto. Rendono umana e vicina la tua azienda che è fatta di persone che si rivolgono ad altre persone.

Fai entrare il pubblico dallo spioncino della porta online nel tuo mondo lavorativo. Quando il cliente vedrà in faccia chi vi è dietro al tuo brand sarà spinto a fidarsi di più ad effettuare un acquisto.


 

8. CONTRATTI A DISTANZA

 

In tempi di Digital world e digital life, è prerogativa indiscutibile digitalizzare pratiche e processi per accelerare tempi e aumentare le conversioni.

 

La formula del “hic et nunc”, pur essendo latina ed antica la sua origine, nel mondo del digital marketing ha un valore incomparabile. Poter offrire ad un cliente un servizio completo “qui ed ora”, in tempo reale senza tempi di attesa, senza l’invio e scannerizzazioni di documenti cartacei e tutto interamente online, comporta un grande valore aggiunto per un’azienda.

 

Oggi è infatti possibile replicare un intero processo di vendita sul web, senza che il cliente debba mai recarsi in un ufficio o negozio. Semplicemente tramite un device connesso ad una rete internet una persona può attivare un finanziamento, stipulare una polizza assicurativa, convalidare una sim telefonica, acquistare un auto, un gioiello o firmare un contratto a distanza (di lavoro, partnership, affiliazione, ecc.).

 

Apposite piattaforme cloud consentono di realizzare tutto questo, tramite video identificazione del cliente a distanza e acquisizione della sua firma elettronica su documenti digitalizzati.



 

L’esperienza cliente diviene completamente digitale in tutti gli 8 trend del digital marketing del 2019. La tua azienda è abbastanza digital? Già impieghi alcune di queste strategie?

Vuoi dirci cosa ti aspetti dal 2019?

 



customer experience
digital marketing
chatbot per siti


Rimani aggiornato sui nostri progetti e sugli sviluppi di TocToc