TocToc Blog

Articoli e consigli per migliorare il Customer Service e offrire efficace Assistenza online in Video Live Chat su siti web ed ecommerce

28/02/2020
Tech News

Aziende in crisi, rimedi tecnologici al tempo del Coronavirus

Le aziende moderne trovano soluzioni efficaci contro epidemie e crisi economiche. La tecnologia viene in aiuto e potenzia la visibilità del brand e la fiducia nei suoi confronti

aziende-crisi-virus-rimedi
 


I momenti di difficoltà esistono e si ripetono nella storia con una certa ciclicità. Dalle glaciazioni, alle guerre civili, alle crisi economiche fino alle epidemie il nostro pianeta fin dalla sua nascita assiste all'avvicendarsi di vari eventi negativi.

 

Di fronte alle avversità c’è chi si fa travolgere dagli eventi e chi invece reagisce con delle contro-azioni. Proprio in questi giorni, con la diffusione del Coronavirus, vediamo molti negozi mezzi vuoti, sempre meno persone sono interessate a entrare per chiedere informazioni o a passeggiare per le vie dello shopping, ma dall'altra parte della medaglia registriamo un’impennata degli accessi sui siti web. 

 

Ecco che la tecnologia ancora una volta si rende utile e ci viene in aiuto. Le aziende che, oltre ad avere un negozio fisico, hanno un sito web si trovano avvantaggiate rispetto alla concorrenza “antiquata” che preferisce non avere una presenza digitale. Perché? Perché hanno la possibilità di accogliere h 24 i visitatori che navigano in cerca di informazioni.

 

Potenziare il canale web con le soluzioni giuste diviene ora più che mai indispensabile. Così come d’inverno ci si arma di sciarpa e cappotto per uscire di casa al gelo, in queste situazioni è necessario dotarsi di strumenti in grado di rendere unica la propria presenza online e di invogliare i potenziali clienti a visitare il nostro sito per approfondire gli argomenti ricercati. 

 

In che modo? Esistono molteplici servizi digitali in grado di migliorare l’appeal di un sito web, soddisfare gli utenti e aumentare il tempo di permanenza dei visitatori. Chat e chatbot riescono ad accogliere il 100% dei visitatori di un sito, a soddisfarne il 65% e a convertirli in potenziali clienti il 27% (secondo il chatbot report 2019).

 

Una chat umana offre un indubbio valore aggiunto. Trovare nel sito o nel negozio virtuale dell’azienda una persona dello staff disponibile, pronta ad ascoltarti ed aiutarti in chat, crea un forte senso di soddisfazione e fiducia nei confronti del brand. 

 

Tramite lo scambio di veloci messaggi di testo o vocali in chat il cliente trova risposte veloci e risoluzione di eventuali problemi

 

In orari più particolari, di notte o nel week-end, si attivano invece i chatbot automatici per presidiare i siti web. Più o meno perfetti assistenti virtuali, capaci di aiutare e consigliare nelle vendite degli e-commerce o sostituire il customer care aziendale 24 ore su 24, 7 giorni su 7. 
 

Con un chatbot il sito web, l’azienda, assicura un’assistenza permanente nei confronti dei clienti. Il robot inoltre, a differenza di un operatore umano, gestisce infiniti utenti, infinte chat, nello stesso momento. 
 

Non si spazientisce ed è educato, infatti se non trova una risposta adeguata si scusa e invia la richiesta dell’utente direttamente nella casella di posta aziendale.
 

È multilingua e risponde nella lingua dell’interlocutore. 
 

È instancabile e garantisce sempre elevate performance, è un robot!
 

Raccoglie esigenze e nuove richieste, che se analizzate e comprese, si rivelano strategiche per cambiare piani di marketing e comunicazione.

Un albergo, situato in una località di mare che vantava anche l’esistenza di una pineta, riceveva di frequente queste domande: “accogliete nella struttura anche i cani?” oppure “avete un servizio di dog-sitter?”. Dopo l’ennesima richiesta la struttura ha deciso di farne un punto di forza ed ha inserito tra i propri servizi anche il dog-sitting. Ha realizzato quindi delle campagne online proprio in questa direzione e nel giro di qualche mese ha visto aumentare la clientela con amici a 4 zampe. 


 

I settori che oggi beneficiano maggiormente dei chatbot sono:

 

Ospitalità e accoglienza

Offrono in tempo reale indicazioni su check-in, chek-out, distanza dalla metro, la presenza di un balcone, l’esistenza o meno di un parcheggio interno, informazioni spesso fondamentali per un viaggiatore e che precedono la prenotazione del soggiorno. Largamente diffusi negli USA e in Giappone gli hotel chatbot stanno prendendo piede anche in Italia nelle strutture ricettive più attente ai trend del mercato. 

 

Assistenza clienti

I chatbot di assistenza clienti attivi h24/ 7gg sono la soluzione ideale per quelle imprese che cercano di non lasciare inascoltata alcuna richiesta e puntano a massimizzare la soddisfazione dei clienti. Solitamente sono quelle che ricevono ogni giorno numerose domande ricorrenti, per telefono o email, e capiscono che uno strumento automatizzato possa aiutarli a gestire la mole di richieste.   


 

Automotive 

Concessionarie e società di noleggio auto impiegano gli automotive chatbot per guidare gli utenti verso i veicoli ricercati o per far prenotare velocemente servizi di assistenze, drive-test o appuntamenti negli autosaloni.


 

Immobiliare

I chatbot immobiliare in questo settore rivestono al momento soprattutto il ruolo di filtro iniziale per togliere ogni dubbio al cliente che si avvicina all’agenzia immobiliare. Raccolgono tutti gli elementi necessari per inquadrare le esigenze del cliente ed offrono al responsabile d’agenzia lead qualificati pronti per essere contattati dagli agenti di vendita, mentre scremano i contatti poco interessati. 


 

Finanziario

I chatbot delle banche e delle assicurazioni gestiscono richieste specifiche: interrogazioni sui conti, sugli investimenti, sulle rate mensili da versare, ecc.. Quando percepiscono richieste particolari fissano l’appuntamento con un personal banking che nel giro di poco tempo contatterà il cliente. 

 

Ecommerce

I chatbots offrono risposte veloci per quegli utenti che cercano prodotti ben definiti. Aiutano anche a trovare il prodotto più adatto alle proprie esigenze, se espresse secondo percorsi guidati


 

Secondo un report Business Insider gli esperti di marketing prevedono che entro il 2020 l'80% delle imprese utilizzerà i chatbot. Molti dirigenti di azienda ritengono che le tecnologie di automazione sono utili per migliorare l’esperienza del cliente e per raccogliere importanti dati, impiegati per analizzare le abitudini e le richieste dei clienti.

 

Il mondo dei chatbot è in continua espansione e da qui a 5 anni si prevedono grandi trasformazioni in termini di usabilità, esperienza utente e capacità dell’intelligenza artificiale di simulare sempre più la vera interazione umana. 

 

La tua azienda usa già uno strumento digitale di contatto con i clienti? Ne vorresti sapere di più? Contattaci!

 



chatbot per siti
automotive chatbot
hotel chatbot
chatbot assistenza
Coronavirus


Rimani aggiornato sui nostri progetti e sugli sviluppi di TocToc